WHITE APPIANS

Quali pensieri suggerisce questa foto? E’ arrivata la neve ad Appiano E’ arrivata la neve ad Appiano. La neve, capisci ammè Il più povero in questa foto prende tre milioni di euro  In Brasile non deve nevicare proprio mai Mancini corre. Incredibile Massì, insomma, sono ragazzi “Mi porta la stessa cosa che hanno preso quei quattro pirla, grazie” Allenamento senza … Continua a leggere

B movie

No niente, solo per dire che nel disinteresse della maggioranza della popolazione calciofila, ieri sera il Milan ha pareggiato in modo rocambolesco sulle gelide zolle albioniche, il tutto in diretta streaming su server cinesi o su una porno tv. La Squadra Più Titolata al Mondo mi ha ricordato certe donzelle procaci degli horror movie di serie B (la lettera B … Continua a leggere

Questo amore è una camera a gas

                “Belen e Marco vivono come una fiction il loro amore tormentato. Tutto si svolge a distanza di 300 metri: lei fa tappa fissa in un’osteria di corso Garibaldi e se la spassa la sera, lui si può incrociare in un bar e nel ristorante di Eros Ramazzotti in via Mercato“ Eccoli là, … Continua a leggere

Le partite durano (almeno) 90 minuti…

E ora chi lo dice a questo tifoso dei Pompeys? A lui che è uscito dallo stadio all’83° con i suoi in vantaggio per due a zero e il Milan che pareva non averne quasi più? Chi gli spiega che il mulinare frenetico delle manine di Pippo Inzaghi può colpire chiunque, ovunque, in qualsiasi momento e a qualsiasi minuto dei supplementari? Chi … Continua a leggere

Montolivo si o Montolivo no?

Nato a Caravaggio, cresciuto nell’Atalanta, ancora in cerca della consacrazione a Firenze. Riccardo Montolivo di anni ne ha già 23, ne farà 24 tra meno di due mesi. Ancora giovane per i canoni italiani, assolutamente non più abbastanza giovane per i canoni mondiali. Montolivo ha giocato nella bella Primavera dell’Atalanta insieme al suo amico, quasi sosia, Pazzini, ma anche a … Continua a leggere

Essere (sempre) un campione…

La parabola perfetta della punizione di Totti, le giocate di prima, la voglia di correre anche senza più ginocchia e cartilagine. Ha il carisma dei più grandi, basta metterlo in campo e come per magia Cassetti diventa un giocatore di calcio e Vucinic un cecchino. Potere di un campione, perché ci vuole sempre uno che tratti il Cluj come va … Continua a leggere