Elementare, Gasperson

Da quando l’hanno chiamato Gasperson, da quando il Genoa per acclamazione ha vinto il titolo di “squadra con il miglior gioco d’Italia”, da quando Thiago Motta ha guadagnato le copertine, con la sua storia di orgoglio e riscatto, da quando i media hanno cominciato a tessere le lodi del presidente Preziosi (che nella sua Giocosa e Preziosa vita ha collezionato … Continua a leggere

Il principino

“Il Bayern Monaco è sempre il Bayern Monaco, una delle più grandi squadre al mondo: sarebbe piacere guidare un club del genere. Ma non c’è stato nulla, perchè hanno già un allenatore e sono in lotta per il campionato. Ma se un giorno dovesse esserci una possibilità…” Da quando si è rimesso a parlare dopo lungo silenzio, il Mancio – … Continua a leggere

This is football

Appena terminata Liverpool-Arsenal. Risultato finale 4-4. A parte questo, una certezza. E’ un altro sport. Lo chiamano football. E a me piace molto di più del nostro calcio. Nel football si corre e si lotta sempre al massimo. Quando si cade, ci si rialza. Se l’arbitro sbaglia, si smadonna e si va avanti. Se ci si fa male, si cerca … Continua a leggere

Dei Delitti e Delle Pene

«Considerato che, nel corso della gara, in molteplici occasioni (con particolare riferimento ai minuti 4, 26, 35, 41, 42 del primo tempo e 11, 19, 22, 25, 30 del secondo tempo), sostenitori della Società ospitante, in vari settori dello stadio, intonavano cori costituenti espressione di discriminazione razziale nei confronti di un calciatore della squadra avversaria; valutata la gravità del fatto, … Continua a leggere

Grande Novità, il BIGLIEGRO (con solo due euro in più, sei libero di dargli del Negro!)

La Tessera del tifoso è stata un’insuccesso. I censimenti delle curve non funzionano. I provvedimenti restrittivi, i Daspo, le diffide non piacciono ai simpatici ragazzi delle curve, questi colorati e coloriti animatori delle nostre tranquille domeniche di paura. In fondo abbiamo capito che senza di loro il calcio non è divertente, che senza il loro contributo gli stadi sarebbero noiosi … Continua a leggere

E ora tutti in coro

Io, come accade sempre più spesso ultimamente, mi vergogno di essere italiano e di occuparmi di calcio. Io dei cori “Negro dimmerda” così sonori e compatti e ripetuti, tanto da essere perfettamente distinguibili in tv, non li avevo mai sentiti. E sono CERTO che se Balotelli fosse stato della Juve, questi cori li avremo sentiti a S. Siro.

Negrottaglie (il regno dei cieli appartiene agli ultimi, agli umili, ai poveri… non di spirito però)

Tutto quel che c’è da dire sul caso Balotelli lo dice benissimo Settore, qui. Che poi non è un caso, non è l’eccezione, è la regola di un paese di merda che ha ormai eletto gli stadi a teatro di qualsiasi brutalità e idiozia, perchè tanto è solo un gioco (il gioco più bello del Mondo? Mah). La differenza tra … Continua a leggere