Giovanni Parisi, uno che sapeva ballare bene

Non ci pensi più, non ci pensi mai. Parisi lo sapeva, sapeva che per quelli come lui, per i pugili che sanno come boxare, che hanno nelle mani la dinamite e nei piedi la grazia più pura ma che non sanno sorridere nell’obiettivo, dopo il ring non c’è nient’altro che non sia il bordo ring. Ci sono atleti e atleti, … Continua a leggere

Bambino per sempre

Filippo Inzaghi non mi è mai stato simpatico. Non credo che sia mai stato simpatico a qualcuno. Lo hanno amato o lo amano i tifosi della squadra per cui gioca, perché segna, ma non è mai stato simpatico manco a loro. Non è nemmeno, chennesò, buddista come Baggio, bravo ragazzo alla Del Piero, Maldini, Zanetti, pazzo come Cassano. Soprattutto quand’era … Continua a leggere

Grandi nerazzurri – 1

Questo qui è veramente un grande. Per come gioca, per i gol che segna, per quello che scrive della sua storia, per la sua forza tranquilla. Perché l’incipit del suo sito personale (www. cristianodoni.com) è questa frase di Churchill: “Gli italiani perdono le guerre come se fossero partite di calcio e perdono le partite di calcio come se fossero guerre”.