Dei Delitti e Delle Pene

«Considerato che, nel corso della gara, in molteplici occasioni (con particolare riferimento ai minuti 4, 26, 35, 41, 42 del primo tempo e 11, 19, 22, 25, 30 del secondo tempo), sostenitori della Società ospitante, in vari settori dello stadio, intonavano cori costituenti espressione di discriminazione razziale nei confronti di un calciatore della squadra avversaria; valutata la gravità del fatto, … Continua a leggere

E ora tutti in coro

Io, come accade sempre più spesso ultimamente, mi vergogno di essere italiano e di occuparmi di calcio. Io dei cori “Negro dimmerda” così sonori e compatti e ripetuti, tanto da essere perfettamente distinguibili in tv, non li avevo mai sentiti. E sono CERTO che se Balotelli fosse stato della Juve, questi cori li avremo sentiti a S. Siro.

Non si diverte più

Adriano smette. Adriano resta in Brasile. Adriano non vuole lo stipendio, preferisce starsene con i suoi vecchi amici. Adriano non sta male. Adriano non ha problemi con l’alcol. Adriano non si diverte più. Adriano, sappi che noi con te non ci divertiamo più dal 2005. Un sacco di stipendi fa. (Nella foto, il campione quando ancora riusciva a indossare magliette … Continua a leggere

Distinti e Perplessi (questa non è pubblicità occulta, ci siamo solo rimasti male…)

                          Leggete bene. Avete letto bene? Mi spiego: siamo noi che abbiamo letto male o c’è qualcuno, qualche copywriter che ha pensato che fosse divertente? Oppure è solo che ormai la cosa è talmente diffusa, talmente radicata nel quotidiano di tutti noi da poter ormai entrare nelle pubblicità … Continua a leggere

No Cassano, no spiegazioni

Gli assenti troppo spesso hanno ragione. Non parlarne sarebbe cosa naturale. Non nel calcio dove dare spiegazioni è necessario e doveroso. Per scacciare dubbi, ansie e paure. Marcello Lippi non l’ha fatto. Non ha voluto rendere noti i motivi dell’ennesima non convocazione di Cassano. Lecito? Si e no, più no che si. Cosa gli sarebbe costato spiegare e brigare? Cosa … Continua a leggere

Il Puncicator Cortese

Si sa, gli inglesi possono essere talvolta molesti. Vanno in trasferta, alzano il gomito, alzano le mani, non alzano mai bandiera bianca e combinano guai piccoli, grandi, drammatici. Dalle valanghe di scontri in terra iberica alle coltellate prese e date in Turchia, agli scontri davanti agli stadi de noantri, ogni volta che una squadra d’Oltremanica prende l’aereo e si porta dietro … Continua a leggere

Quando saremo giovani

Santon, Balotelli, Motta, Giovinco. Ripartiamo da qui. Da loro e da Pato, da Ariaudo e da tutti i ragazzini talentuosi (alcuni già dei campioni), che girano per i campacci tanto vituperati del campionato italiano. Giovani con attitudine, che non hanno paura di anticipare Cristiano Ronaldo, di affondare il tackle su Van Persie e di giocare negli stadi più importanti del … Continua a leggere

Continua continua, continua a cantare… Non sono un gattino, ho dei denti così, sono Campione del Mondo e ti faccio un culo…

La citazione è quel che è (il commissario Auricchio – ndl, nota utilissima dei lettori – in Fracchia La Belva Umana), ma serve ad adeguarsi al clima bellico-cazzaro creato ad arte dagli inglesi e dai loro tabloid alla vigilia delle tre-partite-tre di Champions League tra squadre nostrane e team della perfida Albione. Gli inglesi sono strepitosi nel provocare, ancora meglio … Continua a leggere

Quello che non volevamo, quelli che non capiscono

Leggo i commenti al post sul derby e mi chiedo: in che cosa abbiamo fallito, amici miei? Questo blog doveva essere (deve essere), luogo di confronto e di sfottò, non incrocio di piccoli insulti da piccolo bar sport. Sono interista e ieri ero allo stadio. I primi 60 minuti potevano chiudersi sul 4 a 0, con tanto di espulsione di … Continua a leggere